Maker Faire ottobre 2018 Fiera di Roma
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Maker Faire Rome 2018 - Numerose startup femminili presenti alla sesta edizione.  

Maker Faire Rome, la fiera della scienza e dell’innovazione, quest'anno è più che mai ricca di eventi: conferenze, laboratori e soprattutto incontri con gli espositori, tra cui numerose startup femminili. 

In questo articolo vi segnaliamo gran parte delle donne Maker presenti con i loro progetti e prodotti innovativi e la conferenza inaugurale, con la presenza del dinamico Riccardo Luna. Conoscerete anche Massimo Banzi, l’ideatore della scheda Arduino, ormai famoso in tutto il mondo. Si parlerà di Industria 4.0, science e food, robotica e salute, economia circolare e Intelligenza Artificiale. L’evento è promosso e realizzato dalla Camera di Commercio di Roma.

L’apertura agli stand degli espositori sarà alle 14.00, dopo la conferenza inaugurale. Il prezzo dei biglietti è di 12 euro, ma se vi affrettate a comprarlo è probabile che possiate ancora acquistare i biglietti on line con lo sconto del 50%.

Fiera di Roma come arrivare

L’indirizzo della Fiera di Roma per arrivare alla conferenza inaugurale  della Maker Faire è: Ingresso Est Nord Fiera di Roma - Fiumicino, via Portuense 1645/1647 Padiglione n.10 - Room1 - Sala Alibrandi.

I mezzi pubblici per la Fiera di Roma sono vari. Dalla Stazione Termini potete prendere la metropolita B e scendere alla Piramide dove prendere il treno FL1 per Fiumicino. Calcolate un’ora per questi spostamenti.

Le start up femminili  presenti alla Maker Faire Rome 2018 come espositori

Quest’anno la presenza delle donne è più che mai cospicua  e l'imprenditoria femminile mostra di essere sempre più innovativa. Con la loro creatività le donne guardano soprattutto ai bisogni della famiglia, alla salute della donna e degli anziani, ma sono attente anche all’ambiente e alla sostenibilità, all’Interior design e all’artigianato 4.0

Discreta presenza anche nella robotica e nell’Intelligenza Artificiale, campi che le donne dovrebbero abbracciare maggiormente, vista l’estrema importanza di questi settori nella declinazione futura delle nostre vite.

Per la vostra passeggiata lungo gli stand vi segnaliamo buona parte delle startup femminili presenti e, se siete molto attratte dalle buone idee imprenditoriali, date anche uno guardo  alle startup innovative delle donne intervistate da Assodonna. 

Startup femminili: kid education giochi e assistenza a bimbi con disabilità.

THE IFS di Ester Borao (Spagna), un gioco che insegna a bambine/i di 3 anni come programmare.

ABBI-K  di Monica Gori, Giulia Cappagli, Chiara Martolini. E’ un sistema tecnologico progettato per la riabilitazione di bambini non vedenti.

EASYEM Abbigliamento per disabili motori agli arti superiori. Monica Bulgarelli e due soci.

CLEVERBOOKS di Darya Yegoring and Inna Armstrong orientano alle competenze Stem con una tecnologia innovativa e l’utilizzo della realtà aumentata.

GOWARE Edizioni di Roberta Paolini. Un libro-gioco per bambini che permette di realizzare tante portate, come un vero chef unendo innovazione, manualità e creatività. Tutto con la carta!

LUMII - Annamaria Naso, Benedetta di Matteo, Sofia Bertini, Marina Cerfeda e Minjuan Yao insegnano apprendere giocando con le associazioni logiche

MYCAMP.  Cecilia Lazzari divulga informazioni, tra gli studenti delle Scuole secondarie d’Italia, sui progetti formativi di eccellenza e la vita da campus.

N4M3. Valeria Cristino insegna a muovere i primi passi nel mondo della programmazione.

GAMEBUINO di Aurélien, Sandra e Katrin. E’ una consolle progettata e realizzata in Francia per apprendere attraverso videogame e trasformare i giocatori in makers. Stand F1 (pav. 9)

PILAPPA di Sandra Vellucci. Giochi interattivi ed educativi morbidi, alternativi alla plastica, per bambini che imparano giocando. Stand B10 (pav. 6)

Startup femminili che producono oggetti intelligenti

SEIZA - Bio occhiali, di Caterina Polini, strumento di prevenzione, riabilitazione e auto-cura per le funzioni visive e posturali.

B-SENSOR SMART CUSHION di Alessandra Boi e altri tre soci. Un cuscino intelligente che consente di monitorare la propria postura in situazioni di sedentarietà prolungata.

PLANTARE RISCALDATO. Sassetti Matilde V B Elettronica e Robotica, della scuola IIS Tito Sarrocchi Siena ha ideato un plantare in grado di fornire calore. Stand D17 (pav. 9) - IIS Tito Sarrocchi - Siena

Startup femminili: artigianato 4.0 - gioielli innovativi, scarpe d'avanguardia, borse divertenti

CAMPO DE FIORI RIETI -  Il mini lab di Cristiana Luisa Marconcini e Teresa Audino promuove l'antica arte del cucito creativo e realizza complementi di arredo ed accessori per la persona, completamente a mano e utilizzando materiali di riciclo - Stand B11 (pav. 6) 

CARTALANA di Marcella Stilo. E’ un brand indipendente di gioielli eco-friendly. realizzati per lo più con carta da recupero abbinata a pietre semi preziose e argento dorato. Stand D6 (pav. 6)

EVCLIDEAN di Evgenia Elkind è una collezione di gioielli  in acciaio inox tagliati al laser e rifiniti a mano . Stand C8 (pav. 6) 

MARKANTO di Antoaneta Markova Markova è un nuovo stile di ornamenti per le orecchie. Nel 2014 è stato registrato il brevetto design MARKANTINI (Bulgaria) Stand B18 (pav. 6)

FU(R)TURE di Carlotta Filippini propone accessori, scarpe e abbigliamento ottenuti con tecnologie d’avanguardia, etici, sostenibili e crueltyfree. 

PORTALEOVUNQUE. Chiara di Cillo  realizza deliziose borse artigianali nate dal connubio tra etica ed estetica. Stand C2 (pav. 6) 

RICICLOLAB di Leone Francesca. Gioielli e accessori realizzati in camera d'aria di biciclette riciclata, arricchiti da altri componenti come perle in ceramica e maglie di catena. Stand B8 (pav. 6)

DRESS CODERS. Alessandra Perlino e Serena Taglioli con Andrea Previati e Manuel Righi sono gli ideatori di questa startup innovativa volta alla produzione di abbigliamento tecnologico.

STAMPA DIGITALE di Elisabetta Macchi. Stampa digitale su ceramica porcellana e vetro.

 

Start up femminili: ambiente, sostenibilità, cibo e salute

FERRARI FARM di Giorgia Pontetti. Coltivazioni idroponiche in serre ermetiche sterili (Petrella Salto)

PAPER.O di Valeria Bertaccini e Roberta Guadalupi. Un innovativo strumento tecnologico che ricicla il rifiuto cartaceo nell’ambiente domestico. Stand F22 (pav. 6) 

PERPETUA LA MATITA. Susanna Martucci realizza nuovi prodotti utilizzando la polvere di grafite dei processi industriali. La MATITA e GRAPHI-TEE, una collezione di magliette trattate utilizzando tecnologia g_pwdr, un modo nuovo e rivoluzionario per trattare i tessuti. Stand B9 (pav. 6)

CARICA BATTERIE SOLARE UNIVERSALE, di Zambelli Ilenia,Marcoccia Fabrizio e Calicchia Luca,  in grado di far percorrere un veicolo per 1000 km con 1 centesimo. Non emette CO2.

ENERGIA DALLE VIBRAZIONI di Valentina Bacchettini. I dispositivi realizzati sono in grado di ottenere l'energia necessaria al loro funzionamento sia dalla luce dell’ambiente sia dalle vibrazioni, senza dover ricorrere all’uso delle batterie. Stand F23 (pav. 6) - wisepower srl

FLICK ON FOOD di Michela Di Nuzzo e Leopoldo Mauriello. Con Flick on Food esplori produzioni locali e ingredienti nativi oltre i limiti fisici, grazie ad una tecnologia immersiva basata sulla realtà Virtuale. Stand E5 (pav. 4)

ENERJUICE  di Valeria Tatavitto e Alessio Santoro Enerjuice. E’ il powerbank cinetico che genera energia dal movimento. Permette di ricaricare smartphone, tablet, GoPro e altri dispositivi. Stand E7 (pav. 6) - Valeria Tatavitto

FLYING ROOTS di Stefania Merella e Giovanni Paolo Masia. Si tratta di un giardino verticale da parete sviluppato attraverso lavorazioni di stampa 3D. Un micro ecosistema controllato dalla scheda Arduino. Stand E14 (pav. 4) 

 

Start up femminili: complementi d’arredo, oggetti design e lampade innovative

IT’S LIGHTING di Tiziana Pecoraro. Lampade design per arredare con la luce, pezzi unici ma replicabili all’infinito, personalizzabili, accessibili a molti. Stand B33 (pav. 4) - Artemedia7072

PETMEDUSE di Nicoletta Assiè, Martina Manno. Le lampade medusa sono realizzate riciclando bottiglie di plastica e mostrano la potenzialità del rifiuto come preziosa risorsa. Stand C7 (pav. 6)

WANDA  di Beatrice Amedeo.  AMOD è un progetto nato dalla ricerca sui materiali poveri e la loro interazione con la luce. Wanda è una lampada realizzata con fascette in polipropilene intrecciate completamente a mano, su un supporto in plexiglas tagliato a laser.

METAMORFOSI - 5 donne accomunate dalla passione per il riuso e l'upcycling Plastica, carta e scarti di sartoria. Diversi materiali usati per sostenere un unico messaggio: sensibilità green e attenzione all’ambiente, ma con estetica ed il design. Stand C1 (pav. 6)

Ricercatrici e scienzate nella biomedicina e robotica alla Maker Faire 2018 Roma

METODO DIAGNOSTICO per il controllo della immunoterapia. Dott.ssa Selena Mimmi, Dott.ssa Francesca Trimboli, Prof. Camillo Palmieri. Stand C1 (pav. 5) - University di Catanzaro.

PAILPREAST - Lucia Arcarisi, Carmelo De Maria, Licia Di Pietro, Arti Ahluwalia. Palpreast è un dispositivo indossabile per l'autopalpazione del seno. E' sicuro e può essere usato da tutte le donne in autonomia. Stand A7 (pav. 4) - Lucia Arcarisi

RISONANZA MAGNETICA PORTATILE per lo studio di matrici alimentari e piante ideato da Noemi Proietti, Valeria Di tullio, Donatella Capitani. Consente di studiare il contenuto e la distribuzione dell'acqua all'interno di matrici alimentari e vegetali. Stand D2 (pav. 5) - Consiglio Nazionale delle Ricerche

PRIN2015 UPA4SAR. Silvia Rossi, PRISCA Lab. Applicazioni di Robotica e Intelligenza Artificiale per l'Assistenza agli anziani affetti da Alzheimer. Stand H36 (pav. 5) - Università di Napoli Federico II

SEIZA di Caterina Polini. Cuscino da applicare a qualsiasi sedia trasformandola in ergonomica ed attiva. Obbliga IL corpo a trovare la postura corretta. Stand A20 (pav. 6)

VIRA di Martina Frausin. Kit diagnostico che consente, tramite un esame salivare istantaneo, di determinare la presenza del Papilloma Virus Umano. Stand A33 (pav. 4) 

Ecco il link a tutti gli stand degli espositori presenti alla Maker Faire 2018.

 

Ti appassiona scrivere?

Ti interessano le nostre tematiche?
Contattaci 

Hai una startup innovativa

o un’impresa di successo?
Contattaci

Raccontaci il tuo successo

Hai raggiunto traguardi importanti?
Contattaci
Assodonna.it

AssoDonna ONP è nata nel 1995 per promuovere le Pari Opportunità di occupazione e l’imprenditoria femminile. Oggi ispira le donne verso le imprese, le start up innovative e la nuova economia.
I contenuti riguardano: lavoro e pari opportunità nell’economia del futuro, imprese, start up innovative e finanziamenti, interviste e storie di successo, notizie su cultura e innovazioni tecnologiche.