HomeFormazione

Counsellor e benessere personale

Counsellor e benessere personale. Cambiamento, motivazione, autosviluppo: come attivare le risorse spinti dalla paura.

 < E se io sto male? E se sta male il mio bambino e io non ho più ferie per stargli accanto? E se non ho i soldi per una babysitter? Quando morirò, sarà già autonomo?…>, così Laura, mamma single (da “Donne al timone” di J. Stevani  Psicologia contemporanea Ed. Giunti n. 195/2006).

La paura è uno stato mentale. Però è anche un forte attivatore dei meccanismi di difesa personale e di processi di cambiamento. E’ bene quindi, e anche utile, tenere in cosiderazione e riconoscere le proprie paure per affrontarle e farle diventare una fonte di miglioramento personale.

Di che cosa si ha paura? Di ammalarsi, di non essere all’altezza del compito, degli insetti, di non avere sufficiente denaro, di volare, di cambiare….. Dalle paure esistenziali e quelle legate ad elementi esogeni le paure fanno parte dei comportamenti che se autolimitanti possono comporomettere il quotidiano “fare” all’interno delle relazioni sociali e azioni quotidiane.

La paura è un’ emozione di base che  aiuta a sviluppare la capacità di non avvicinarsi al fuoco perché brucia e di gridare all’impazzata se un bruto si avvicina minaccioso. E’ quindi l’istinto vitale che si affaccia a proteggere gli individui.  Certamente “troppa” paura o “troppe” paure non aiutano a mantenere lo stato di benessere psicofisico che è auspicabile nella vita personale e all’interno dei luoghi di lavoro. La gestione delle proprie paure fa parte dei “compiti” che ciascun individuo adulto può acquisire per essere una persona migliore e generare processi di cambiamento positivo. Soprattutto se  le sue azioni sono da modello per giovani o risorse umane che lo imitano. Sia come genitori che come manager che come lavoratori al contatto con il pubblico è funzionale riconoscere le proprie paure, affrontarle e gestirle in modo tale da non trasferirle ad altri. Per non  limitare il raggiungimento degli obiettivi personali e professionali.

Nel percorso di counselling individuale e di gruppo l’individuo è acompagnato nell’ esplorazione di:

  • come vede se stesso (il concetto di sé);
  • i principi in cui crede fermamente e a cui non rinuncia (i valori personali, anche se differenti da quelli del contesto in cui si trova nel qui e ora);
  •  come appare agli altri (i tratti di personalità che gli altri vedono e riconoscono);
  •  le forme di espressione di sé (nel lavoro, nelle relazioni sociali, nella famiglia, negli hobbies).

Nell’ esplorazione possono venir fuori paure profonde ed antiche che talvolta non appartengono all’individuo ma alla sua famiglia o alle persone che più strettamente ha frequentato, imitato. Riconoscere le paure  ed affrontarle vuol dire liberarsi dai legacci per la libera espressione di sé e prendere coscienza delle proprie possibilità di riuscire a portare a termine un compito. Autosviluppo (liberarsi dal viluppo) ed autoefficacia (capacità cognitive, sociali, fisiche, ecc. acquisite mediante esperienza) sono la base del cambiamento  per vivere meglio.   


Leggi tutto: Counsellor e benessere personale

 

Pagina 14 di 25

Salute Benessere

Salute benessereSalute e Benessere sono un bisnomio inscindibile. La salute va conquistata con una sana alimentazione, sport e momenti di totale relax.

Leggi tutto

Eventi

Viaggi vacanzeEventi: cinema, teatro, musica, festival

Roma

Napoli

Ricette cucina

Ricette cucinaCucina e ricette. Ricette veloci e semplici da preparare, gustose e di buona presentazione adatte alla donna che lavora e agli uomini di buona volontà.

Leggi tutto